stampa
Dimensione testo

Licata, Balsamo: «Mi candiderò lo stesso»

L’avvocato indagato per corruzione in atti giudiziari conferma la partecipazione alla contesa

LICATA. “Il mio impegno per la città va avanti, mi candido a sindaco di Licata”.
L’annuncio di Angelo Balsamo, il legale licatese che è sostenuto da quattro liste civiche, è arrivato ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa in un locale cittadino.
In città, dopo la vicenda giudiziaria dei giorni scorsi, c’era attesa per la decisione del rappresentante del movimento “Noi”. C’era chi riteneva che il professionista licatese si sarebbe ritirato dalla competizione elettorale ed è stato lui stesso, ieri mattina, a dire di averci pensato.
«Quanto accaduto – ha detto il candidato a sindaco – ha provato me e la mia famiglia, ma è l’affetto e la solidarietà che mi hanno dimostrato in tanti a convincermi ad andare avanti. La magistratura, nei cui confronti come ogni cittadino ho il massimo rispetto, deve fare il proprio corso. Ribadisco la mia fiducia negli organi inquirenti. I tempi della politica, però, sono diversi da quelli della magistratura ed io sono convinto che la competizione elettorale deve andare avanti, per assicurare un nuovo governo a Licata».
È stato lo stesso legale licatese ad annunciare, però, che al suo fianco non ci sarà più il PDL. «Il segretario nazionale – ha detto Balsamo mostrando la delega – mi aveva autorizzato a presentare il simbolo del partito nella competizione elettorale. Inoltre nei giorni scorsi l’onorevole Enzo Fontana, esprimendomi pubblicamente solidarietà, ha ribadito questa volontà. Noi, invece, abbiamo preferito tornare al progetto iniziale, quello civico. Non ci saranno simboli di partito nelle liste che sosterranno la mia candidatura».
Nel corso della conferenza stampa Angelo Balsamo ha presentato chi guiderà le quattro liste che lo appoggeranno, tutte donne. Si tratta di Floriana Costanzo, Giusy Marotta, Chiara Cosentino e Francesca Platamone. Le quattro licatesi ieri mattina hanno preso la parola invitando tutti i presenti a sostenere il candidato a sindaco, e le liste, in occasione della campagna elettorale. Secondo quanto annunciato dal legale, inoltre, nessuno dei 120 candidati al consiglio comunale (30 per ogni lista) ha fatto passi indietro dopo la vicenda dei giorni scorsi.
«Praticamente tutti – sono le parole di Balsamo – in questi giorni mi hanno detto che se io avessi deciso di non candidarmi loro avrebbero fatto lo stesso. Io resto in corsa e lo faranno anche loro». Secondo il professionista licatese «è giunto il momento di rasserenare i toni, di pensare solo a governare la città in un palazzo che sia aperto al contributo di tutti. Riteniamo – ha aggiunto – di non avere nemici, ne avversari. Vogliamo affrontare insieme a tutti i tanti problemi di questa terra. Vogliamo guidare la città non certo per interessi privati, personali, ma per restituire la speranza in un futuro migliore».
Con molta probabilità, così come pe tutti gli altri candidati, le liste saranno depositate nella segreteria generale del Comune il 15 maggio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X