stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Cannatello, stagione estiva a rischio

Cannatello, stagione estiva a rischio

L’associazione ambientalista «Mareamico» segnala i mancati interventi per il ripristino e la messa in sicurezza dei luoghi danneggiati
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. La preoccupazione concreta, è legata alle ripercursioni che si avranno per la stagione balneare che inizia fra meno di tre mesi. Il crollo del marciapiede di Cannnatello e del muretto scivolato in spiaggia con le mareggiate del 25 gennaio scorso, tiene alta l’attenzione, oltre che del Comitato di quartiere, anche dell’associazione ambientalista Mareamico che torna a segnalare, oltre ai mancati interventi, anche il pericolo di ulteriori crolli, laddove si dovesse verificare un’altra condizione meterologica simile a quella di due mesi addietro. «La situazione della frazione di Cannatello/Fiume Naro è emblematica - spiega il presidente di Mareamico Claudio Lombardo - perchè è abitata in gran parte da favaresi ma ricade nel territorio di Agrigento ed infatti è stato il comune di Agrigento a realizzare, con la mitica transenna in legno, la messa in sicurezza, diciamo, dei luoghi. Il comune di Agrigento non ha fondi - aggiunge Lombardo - per intervenire e il Comune di Favara, anche se lo volesse e potesse, non può farlo poichè non risulta titolare dei luoghi. Praticamente un'estate finita ancor prima di cominciare». MareAmico dunque, esprime la propria preoccupazione per la stagione estive che sta per arrivare e si chiede come sarà possibile ripristinare la passeggiata soprattutto prima che inizi la stagion estiva e decine di famiglie, ma anche turisti e visitatori, si spostino lungo la fascia costiera della frazione agrigentina.

I problemi sono anche di natura pratica se si sonsidera l’aspetto legato alla sicurezza dei luoghi che possono creare incidenti e disagi a chi si troverà a transitare nella zona in momenti di particolare traffico specie nelle ore di massimo afflusso alle spiagge. E dopo il crollo del 25 gennaio scorso, sulla vicenda era intervenuta anche il consigliere comunale di Favara, Maria Vella che aveva chiesto al sindaco Zambuto di ricorrere al Bando pubblico per l’accesso ai contributi per i Programmi integrati per il recupero e la riqualificazione delle città (GURS 49/12, con scadenza 16/03/2013). E intanto, il Comune di Agrigento, non sembra intenzionato a mettere mano agli interventi di sistemazione del marciapiede crollato di Cannatello. «Non solo le nostre disponibilità economiche non ce lo consentono - spiega il sindaco Marco Zambuto - ma va ricordato e sottolineato che da circa tre anni, sono in attesa di essere finanziati, i nostri progetti presentati alla Protezione civile, per la riqualificazione della costa, compreso Cannatello. Abbiamo lavorato moto su quei progetti e se chi di competenza si decidesse a finanziarli, si potrebbe avere la risposta per migliore alla legittima richiesta di intervento dei residenti e delle associazioni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X