stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Sciacca, il Comune stanzia 200 mila euro per gli Lsu: pagamento per tre mesi

Sciacca, il Comune stanzia 200 mila euro per gli Lsu: pagamento per tre mesi

Il ministero delle Politiche sociali ha stanziato due milioni di euro, ma i precari dovranno compiere una scelta

SCIACCA. La giunta municipale ha impegnato le somme per il pagamento di 98 lavoratori socialmente utili nei primi tre mesi del 2013. Si tratta di 192 mila euro. La prima tranche, di 63 mila, è già stata trasferita all'Inps per liquidare sussidi e assegni familiari riguardanti il mese di gennaio. Questi lavoratori operano, ormai da quasi un ventennio, al Comune, ma sono a totale carico dell'ente. Adesso si apre una prospettiva che consente loro di scegliere se puntare a un contratto, a tempo determinato, con l'ente, incassare una somma per avviare un'attività o transitare presso aziende private che riceverebbero il sostegno da parte del Comune. Questo è possibile perché sono arrivati al Comune due milioni di euro di stanziamento statale e un terzo progetto, secondo quanto riferisce il sindaco, Fabrizio Di Paola, è pronto per essere finanziato. "Il ministero delle Politiche sociali è già intervenuto con due decreti - dice il sindaco Di Paola - e per i lavoratori adesso si prospettano queste possibilità. Ognuno di loro potrà scegliere l'opzione: prendere una somma di denaro in proporzione al periodo residuo di lavoro per crearsi un'attività; essere assunto da una ditta che riceverà un contributo; ottenere il contratto, a tempo determinato, con il Comune". Quando questi lavoratori iniziarono la loro attività al Comune l'obiettivo era, in particolare, quello di impiegarli nelle attività di manutenzione. A distanza di anni soltanto una parte è rimasta a svolgere questi servizi e infatti le squadre addette alla segnaletica, al pronto intervento nelle strade, alla potatura degli alberi sono sempre meno numerose. Adesso si è alzata anche l'età media dei lavoratori, molti dei lavoratori e questo potrebbe rendere più facile una soluzione visto che da un lato c'è una disponibilità di fondi e dall'altro il numero degli Lsu si è ridotto quasi di un terzo rispetto al gruppo che ha iniziato quest'esperienza quando a capo dell'amministrazione comunale c'era l'attuale deputato nazionale di Italia dei Valori Ignazio Messina. Il 2013, in ogni caso, dovrà essere l'anno della svolta perché il Comune dovrà impiegare i fondi statali e gli Lsu saranno chiamati a prendere delle decisioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X