stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Canicattì, ludoteca al "Barone Lombardo": ecco il primo finanziamento

Canicattì, ludoteca al "Barone Lombardo": ecco il primo finanziamento

Il Distretto sanitario ha ottenuto già fondi per complessivi 38 mila euro previsti dalla Legge 328 del 2000

CANICATTI'. Si prospettano tempi brevi per la riapertura della Ludoteca nel reparto di Pediatria dell'Ospedale Barone Lombardo. Il comune di Canicatti, in qualità di ente capofila del Distretto Socio-Sanitario D3, sta predisponendo il progetto, da presentare all'Assessorato regionale alla Famiglia, che una volta approvato darà il via libera alla messa in funzione dell'importante servizio. Per la Ludoteca il Distretto ha ottenuto già un finanziamento di 38 mila euro previsto dalla Legge 328 del 2000.

"Stiamo accelerando i tempi per adempiere a tutti i passaggi previsti per la riapertura della Ludoteca - ha spiegato l'assessore alle Politiche Sociali del comune, Calogero Capobianco -. La prassi infatti vuole in questi casi che vengano elencati attraverso uno specifico piano da presentare al competente assessorato regionale, prima di ottenere il via libera , tutti i costi da sostenere, i servizi che verranno garantiti e la durata degli stessi".

Una volta ottenuto il parere positivo della Regione il comune di Canicatti si adopererà per la predisposizione del bando per l'affidamento della gestione della struttura che ha rappresentato, nel periodo in cui è stata operativa e funzionante, per i piccoli pazienti della Pediatria un importante diversivo nella triste esperienza del ricovero ospedaliero. Rispetto al passato la nota positiva è che il finanziamento attuale a disposizione del Distretto Socio Sanitario D3 permetterà di assicurare una continuità maggiore del servizio.

" E' nostra intenzione, alla luce proprio di una disponibilità maggiore di fondi per il servizio, dai passati 20 mila euro agli attuali 38 - ha concluso l'assessore Calogero Capobianco - prevedere l'affidamento in gestione della Ludoteca per un periodo di due anni. In questo modo si riuscirà non soltanto a garantire continuità ad un importantissimo servizio qual è la Ludoteca ma prevedere la possibilità di pianificare interventi mirati ad un miglioramento del servizio in sé nel corso degli anni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X