stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Formazione, mafia in un ente di Agrigento? L’Ufficio di presidenza chiede gli atti

Formazione, mafia in un ente di Agrigento? L’Ufficio di presidenza chiede gli atti

Il Consiglio di amministrazione dell’ente di formazione Esiea di Villaseta, ha dato mandato all'ufficio di presidenza affinchè possa acquisire tempestivamente tutti gli elementi di conoscenza sui rilievi mossi dalla Prefettura
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Il Consiglio di amministrazione dell’ente di formazione Esiea di Villaseta, ha dato mandato all'ufficio di presidenza affinchè possa acquisire tempestivamente tutti gli elementi di conoscenza sui rilievi mossi dalla Prefettura di Agrigento in merito a possibili infiltrazioni mafiose che potrebbero condizionare l’attività dell’ente stesso.
«Lo scopo - si legge in una nota dell’Esiea - è quello di intervenire per rimuovere tutti gli ostacoli e ridare all'ente, totale autonomia operativa per continuare ad operare nell'alveo di un percorso di legalità e trasparenza che ha caratterizzato la sua attività nel corso degli anni». Nelle prossime ore nella sede della scuola edile di Agrigento che ha sede a Villaseta potrebbe essere notificato il provvedimento con cui l’assessore regionale Nelli Scilabra sospende l’erogazione dei fondi 380 mila euro. Secondo quanto si è appreso, la Prefettura di Agrigento avrebbe riscontrato nel Consiglio di amministrazione e nel Collegio dei revisori dei conti la presenza di persone imparentate con soggetti che avrebbero rapporti di affari con esponenti del clan Pitruzzella di Favara. Il servizio completo sull'edizione cartacea del Giornale di Sicilia della  provincia di Agrigento

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X