stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Ventiseienne trovato morto in casa a Sciacca: prime indagini e disposta l’autopsia

Ventiseienne trovato morto in casa a Sciacca: prime indagini e disposta l’autopsia

Antonino Marciante si trovava nella propria abitazione quando i familiari hanno chiesto l’intervento del 118
Agrigento, Archivio

SCIACCA. Era stato il servizio di Medicina legale dell’Asp a segnalare alla procura della Repubblica la necessità di effettuare accertamenti sul corpo di Antonino Marciante, di 26 anni, trovato morto, giovedì scorso, nella sua abitazione, dai familiari. E ieri, attraverso l’analisi delle urine, sarebbe stata riscontrata la presenza di sostanze stupefacenti. Così la procura della Repubblica ha disposto l’autopsia che sarà effettuata nei prossimi giorni. Intanto, sono stati rinviati i funerali del giovane. Erano già stati affissi i manifesti funebri. La vicenda è ancora da chiarire e al momento l’unica certezza riguarda la decisione del sostituto di turno presso la procura di Sciacca, Alessandro Moffa, di disporre l’autopsia. Intanto, i carabinieri stanno cercando di raccogliere elementi per chiarire la vicenda sotto ogni aspetto. Il giovane sarebbe stato trovato privo di vita dai familiari che hanno subito avvisato i medici del 118. Quando i sanitari sono arrivati nell’abitazione, però, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. A questo punto si è attivato il servizio di Medicina legale dell’Asp che non ha rilasciato il certificato necessario a seguito del decesso, informando la procura della Repubblica. Sono scattati gli accertamenti, delegati al medico legale Ignazio Tavormina, e in particolare l’esame delle urine. È sulla base dei risultati di queste analisi che la procura ha disposto l’autopsia. Intanto, i carabinieri della locale stazione cercano di chiarire altri aspetti della vicenda, di raccogliere ulteriori elementi per avere un quadro più chiaro della situazione. Fino a quando non saranno resi noti i risultati dell’autopsia non potrà essere avanzata alcuna ipotesi precisa sulle cause della morte. Ci vorranno, pertanto, alcune settimane. Gli accertamenti procedono con estrema cautela. È nella tarda mattinata di ieri che la procura della Repubblica dopo avere appreso i risultati delle analisi, da parte del medico legale, ha disposto l’autopsia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X