stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Via delle Torri, dopo il crollo iniziano i lavori

Via delle Torri, dopo il crollo iniziano i lavori

Ieri, nel corso dell'ennesimo sopralluogo tra il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, e i dirigenti della Protezione Civile, è avvenuta la consegna ufficiale dei lavori che riguarderà il consolidamento della parte muraria
Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Il muro di via delle Torri è pronto per essere recuperato definitivamente. Il crollo di una parte del costone, avvenuto quel 24 ottobre in un freddo pomeriggio autunnale, sarà soltanto un triste ricordo. Forse, una delle pagine più buie della città. Ma adesso non c'è spazio per i ricordi. Ieri mattina, infatti, nel corso dell'ennesimo sopralluogo tra il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, e i dirigenti della Protezione Civile, è avvenuta la consegna ufficiale dei lavori che riguarderà il consolidamento della parte muraria di via delle Torri nell'ambito degli interventi di messa in sicurezza del centro abitato.

Il progetto esecutivo è stato reso possibile attraverso la sinergia tra l'Ufficio del commissario straordinario delegato della Protezione Civile di Palermo e l'Assessorato alle Infrastrutture e ai Trasporti del servizio provinciale del Genio Civile di Agrigento, retto da Domenico Armenio. Le opere di recupero del costone, eseguite dalla ditta Co. Ge. Mala Srl di Giovanni Cuffaro, termineranno, salvo imprevisti, a metà Aprile, per un totale di 150 giorni. Riguarderanno il rivestimento della parete in calcestruzzo, il rifacimento di alcune ringhiere e il ripristino di una parte del marciapiede, che insiste tra il muro e la via Empedocle. Il tutto per un importo complessivo di 683 mila euro. Fondi provenienti sia dal Ministero che dalla Regione.

Ecco nel dettaglio le spese affrontate: 481 mila euro l'importo dei lavori, 9 mila euro di incentivi per la progettazione, 4 mila euro per spese di pubblicazione di bando gara. Altri quattromila euro per assicurazione del progetto e per prove di laboratorio sui materiali, 225 euro per la contribuzione all'autorità per la vigilanza, 1500 euro per le spese di produzione del progetto, cinquemila euro destinati al collaudo statico. Trentamila euro per il ripristino dei sottoservizi, tra enel e rete idrica, e 196 mila euro, messi a disposizione dall'amministrazione. «Interventi importantissimi - ha detto il sindaco Zambuto - che serviranno per ricollegare un'importante arteria per Agrigento».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X