VISITE SGRADITE

Diversi furti di una Italia nelle campagne di Canicattì

Agricoltori e commercianti esasperati per la recente impennata di furti e tentati furti di pregiata «Uva Italia Igp Canicattì» ancora alla pianta. Negli ultimi giorni, dopo una serie di avvisaglie nei mesi di agosto e settembre, i ladri di uva ed altri frutti pregiati come i melograni non conoscono sosta e neanche ostacoli.

Ogni sgradita visita all’interno di un qualsiasi vigneto significa un danno secco che nelle migliori ipotesi si mantiene sotto il limite di mille euro quale controvalore e mancato ricavo dalla normale vendita del prodotto. In alcuni casi invece il danno è di diverse migliaia di euro.

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione del Giornale di Sicilia - edizione di Agrigento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X