AMBIENTE

Risorse agli sgoccioli, rischia la chiusura il centro tartarughe di Lampedusa

di

Senza finanziamenti, senza luce e senza acqua. Il centro delle tartarughe di Lampedusa non vuole chiudere e resiste dopo anni di attività e dopo la chiusura di quello di Linosa, portato avanti grazie ai finanziamenti e progetti riguardanti fondi europei e regionali. In tempo di magra però non c’è spazio per le tartarughe, e a resistere sono invece gli «irriducibili» di Lampedusa, un centro bisognoso di ristrutturazioni, che oggi vive grazie al volontariato di biologi e medici veterinari, specialisti nel soccorso e nella cura dell’animale simbolo di Lampedusa. Adesso però, dopo la chiusura del centro di Linosa, anche quello di Lampedusa è a rischio, con i due fatti che sono collegati.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X