LA VERTENZA

"Turni massacranti e sedi sporche", protesta il personale del 118 di Agrigento

«Sistemati in stanze utilizzate anche come deposito, con divise logore e alle prese con l’autotassazione per mantenere pulito il luogo di lavoro. Ma obbligati anche a lavorare su tre turni anziché su due, costretti dunque a innumerevoli e continui spostamenti». Si tratta dei lavoratori della «Seus 118». A denunciarlo, ieri, con una nota, sono stati il responsabile del dipartimento Sanità e la segretaria generale della Cisl Funzione pubblica, rispettivamente Giovanni Farruggia e Floriana Russo Introito.

«Tutto ciò accade in modo difforme sul territorio regionale privilegiando alcune aree e penalizzandone altre quale la nostra (Agrigento ndr), comprensiva anche delle province di Caltanissetta ed Enna», hanno scritto i sindacalisti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X