TRIBUNALE AGRIGENTO

"Bancarotta fraudolenta", condannato a 8 anni un imprenditore di Porto Empedocle

Otto anni di reclusione. E' questa la sentenza emessa dai giudici della seconda sezione penale di Agrigento, presieduta da Luisa Turco, a carico dell’imprenditore Giuseppe Burgio, 54 anni, originario di Porto Empedocle, accusato di bancarotta fraudolenta.

Secondo la Guardia di finanza e la Procura avrebbe fatto sparire circa 50 milioni di euro dalle imprese del suo gruppo che operava nel settore della distribuzione alimentare.

Una settantina di dipendenti e soci si erano costituiti parte civile e hanno ottenuto anche il risarcimento che dovrà essere quantificato in sede civile. La linea dei pubblici ministeri Simona Faga e Alessandra Russo è stata accolta quasi interamente: Burgio è stato assolto solo per una contestazione di distrazione di circa un milione di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X