LA PROTESTA

Pagamenti in ritardo, i netturbini di Sciacca minacciano lo sciopero

di

SCIACCA. Gli operai impegnati, a Sciacca, nel servizio di raccolta dei rifiuti, che operano in comando per le due ditte vincitrici della gara d’appalto, hanno riscosso la mensilità di dicembre 2017 e attendono, entro il 25 febbraio, un acconto di 500 euro su quella di gennaio 2018.

Ma oggi si dichiarano insoddisfatti di come procedono i pagamenti e con il segretario generale della Cgil Funzione pubblica, Enzo Iacono, avvertono che «se non ci sarà, a breve, un’inversione di tendenza, si andrà allo sciopero».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X