ESTORSIONE

Processo Picone ad Agrigento, la difesa: "Fuori due parti civili"

di

AGRIGENTO. Riprende subito con una «battaglia» sull’ammissione di alcune parti civili il processo a carico dell’avvocato Francesca Picone e della sorella Concetta, consulente di un patronato, accusate di estorsione e tentata estorsione ai danni di due clienti dello studio legale.

Ieri mattina, dopo il rinvio del 22 gennaio, per un problema legato alle notifiche, è ripartita l’udienza preliminare davanti al gup Alfonso Malato.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X