L'ALLARME

Scarti dei frantoi, inquinato il fiume Naro

AGRIGENTO. Ricolmo di scarti oleosi, così è il fiume Naro. Tutto ciò nonostante i controlli e le denunce, scattate nei passati anni. Molti titolari d’impresa e amministratori delegati del settore oleario, infatti, continuano a scaricare le acque di vegetazione nei torrenti e nei fiumi. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia in edicola.

L'associazione ambientalista MareAmico ha effettuato, nei giorni scorsi, un monitoraggio con un drone e nella foce del fiume Naro, nel cui bacino idrico ricadono i frantoi di Canicattì, Naro e Favara, sono state immortalate chiazze nere.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X