ABUSIVISMO EDILIZIO

Licata, acquisiti altri cinque immobili abusivi

di

LICATA. Non sarà la ditta Patriarca di Comiso, che dal 2016 ha eseguito gli interventi di demolizione, ad abbattere l’immobile a due piani, di 300 metri realizzato abusivamente alla Playa di Licata, in vi Soldato Termini. L’Enel infatti sta ritardando con i lavori di distacco dei sei contatori che alimentavano di corrente elettrica lo stabile, abitato nel periodo estivo da sei nuclei familiari, ma nell’attesa il lavoro del dipartimento Urbanistica e lavori pubblici del Comune, diretto dall’ingegnere Vincenzo Ortega, non è rimasto con le mani in mano.

E così nel frattempo la ditta ragusana ha demolito un altro immobile in contrada Pisciotto e completerà il capitolato di appalto i prossimi due interventi. Nel corso di tutta la mattinata di ieri i tecnici del Comune hanno eseguito l’immissione in possesso di ben cinque edifici che si trovano nelle contrade Poliscia, Pisciotto, Santa Zita e Rocca. In tutti e cinque gli immobili c’erano i proprietari i quali, secondo la prassi, hanno potuto scegliere se demolire da soli o, al contrario, lasciare che gli abbattimenti siano a cura dell’impresa Patriarca che opera per conto del Comune.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X