IL CASO

La piscina di Canicattì nel mirino dei vandali

di

CANICATTI'. Piscina comunale coperta di via Casella abbandonata a se stessa e sempre più terra di nessuno. Ancora una volta la moderna struttura, che per un breve periodo post-commissariamento è stato il fiore all’occhiello dell’amministrazione comunale di Canicattì, è stata presa di mira da vandali incursori.

Incuranti di chi potesse accorgersi della loro presenza e dare l’allarme sia nottetempo che in pieno giorno hanno forzato una delle pesanti porte in alluminio anodizzato con vetro antisfondamento e sono entrati. Non per rubare visto che ormai all’interno di arredi o altri oggetti facilmente asportabili non è rimasto nulla. L’incursione, ripetuta in almeno due occasioni, alcuni giorni fa aveva come unico scopo quello di compiere atti di vandalismo e gratuito danneggiamento su quel poco che ancora è rimasto al suo interno. Oltre le pareti poco o nulla, se non la vasca semi-olimpionica, i motori per l’apertura e la chiusura del tetto mobile e gli impianti di pompaggio e depurazione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook