COMUNE

Si dimette l'assessore Scozzari, situazione incandescente a Licata

di

LICATA. «Il componente della giunta non deve avere rapporti di parentela, affinità e coniugio con il sindaco o con i Consiglieri comunali». È quanto si legge nel comma 2 dell’articolo 4 della legge regionale 6 del 2011 che in Sicilia regola la materia delle nomine assessoriali da parte dei sindaci. Una «norma» che purtroppo è sfuggita al sindaco Angelo Cambiano ed al suo staff, compreso il segretario generale, nella nomina ad assessore del Comune di Licata di Luca Scozzari, giovanissimo fratello del consigliere di Licata futura, Giuseppe Scozzari.

E la nomina è durata appena 7 giorni, il tempo di leggersi le carte e capire che non è proprio possibile nominare in giunta il fratello di un consigliere. A meno che il Consigliere si dimette e rimuove la causa di incompatibilità. Ma in questo caso si è dimesso il fratello assessore, con una lettera protocollata ieri mattina ma ampiamente diffusa il giorno precedente, cioè la domenica, dove non si fa cenno a questa «gaffe» anzi si indicano motivazioni del tutto personali.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X