LA SENTENZA

"Si appropriò dei soldi di un cliente", condannato un diretto di banca di Cianciana

di

AGRIGENTO. Un anno di reclusione al direttore di banca che avrebbe rilasciato una carta bancomat a un anziano cliente per poi utilizzarla per prelevare del denaro sperando che nessuno se ne accorgesse. Sono stati inflitti dal giudice dell'udienza preliminare del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, a Claudio Lauria, 34 anni, di Agrigento, ex responsabile della filiale di Cianciana della Banca Sant'Angelo.

I suoi difensori, gli avvocati Luigi Troja e Chiara Guarneri, che hanno annunciato ricorso in Corte di appello, hanno chiesto il giudizio abbreviato. Di conseguenza la pena inflitta è ridotta di un terzo. La condanna decisa dal giudice ieri mattina, al termine di una breve camera di consiglio, è la stessa chiesta dal pubblico ministero Matteo Delpini al termine della requisitoria, Lauria si sarebbe appropriato di poco più di 7 mila euro, frutto di alcuni prelievi effettuati fra aprile e giugno del 2012 fra Agrigento e Cianciana.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook