TRIBUNALE

Abuso e falso, assolto imprenditore di Sciacca

di
Sciacca, Agrigento, Cronaca
Tribunale di Sciacca

SCIACCA. Assolto dall’accusa di abuso d’ufficio e falso il noto imprenditore saccense Nunzio Raia, di 52 anni, che opera nel settore dei trasporti. Era imputato in un processo, sulle autorizzazioni, in questo settore, da parte del Comune di Caltabellotta, assieme a due dipendenti comunali che, invece, sono stati assolti dall’accusa di abuso d’ufficio e condannati per falso.

Il Tribunale di Sciacca, in composizione collegiale, ha condannato a 6 mesi di reclusione Vito Fisco, di 74 anni, ed a 3 mesi Vincenzo Aquilina, di 63 anni. Per entrambi pena sospesa. I fatti si riferiscono ad alcuni anni fa, ad un periodo compreso per alcuni fatti a partire dal 2011 e per altri al 2013. I due dipendenti comunali sono stati responsabili, in periodi diversi, del servizio Attività produttive del Comune di Caltabellotta.

Il Tribunale di Sciacca, con il collegio presieduto dal giudice Filippo Lo Presti ed a latere i consiglieri Rosario Di Gioia ed Anna Guidone, dopo un lungo sviluppo dibattimentale, durante il quale sono stati sentiti tanti testi di accusa e difesa, dopo una lunga camera di consiglio, ha emesso la sentenza che ha pienamente scagionato l’imprenditore Nunzio Raia, assolto i due funzionari dall’accusa di abuso d’ufficio, condannandoli per falso.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook