OCCUPAZIONE

Sit-in degli operatori ecologici ad Agrigento, a rischio 50 posti di lavoro

di

AGRIGENTO. «Nessuno dell' amministrazione comunale, al contrario di quanto annunciato, ci ha convocato». Lo scrive Alfonso Buscemi, segretario generale della Cgil Funzione pubblica. E lo scrive perché, mancando il tavolo di concertazione, i sindacati confederali vanno avanti per la propria strada.

Nella tarda mattinata di oggi sarà, dunque, sit-in di protesta - dinanzi a palazzo dei Giganti - da parte degli operatori ecologici di Agrigento. Padri di famiglia che temono per il loro futuro occupazionale.

Un futuro che sembra essere messo sempre più a rischio dal progetto dell' amministrazione comunale di attuare la cosiddetta "diminuzione del quinto d'obbligo" nell'appalto del servizio di igiene ambientale. A rischio ci sono dunque 45 posti di lavoro, se non addirittura 50.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X