IL CASO

"L'acqua non è inquinata", rientra l'emergenza in 5 comuni agrigentini

di

LICATA. Acqua inquinata, l' emergenza è rientrata nei 5 Comuni agrigentini in cui i sindaci avevano emesso apposita ordinanza che vietava l' utilizzo del liquido ai fini potabili. A Canicattì, Palma di Montechiaro, Licata, Ravanusa e Campobello di Licata, i sindaci: Ettore Di Ventura, Pasquale Amato, Angelo Cambiano, Carmelo D' Angelo e Gianni Picone, hanno ripristinato la possibilità di utilizzare l' acqua anche per bere e cucinare.

Il provvedimento è stato emanato a seguito della nota trasmessa dall' Asp con la quale l' Ufficio Sanitario, ha comunicato che le analisi effettuate sui campioni di acqua prelevati in tutti i serbatoi comunali confermavano che non c' è alcun inquinamento batterico e, pertanto, veniva proposta la ripresa dell' erogazione idrica anche per uso potabile.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook