L'EMERGENZA

Porto Empedocle, la raccolta è ripresa ma i rifiuti restano

di

PORTO EMPEDOCLE. Lento ritorno alla normalità a Porto Empedocle, dove il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, ha vissuto nuovi giorni di incertezza. Ieri mattina infatti, dopo un paio di giorni di fermo, gli autocompattatori sono entrati alla discarica di contrada Matarana a Siculiana per scaricare la spazzatura raccolta mercoledì scorso. Spazzatura che era rimasta sui camion delle imprese perchè la ditta Catanzaro che gestisce l’impianto, aveva detto «basta» al Comune che gli deve somme importanti di circa 240 mila euro senza contare gli interessi maturati in tutti questi mesi, somme delle quali non si sa quando verranno in possesso.

Poi, com’è noto, una lettera - appello del commissario Margherita Rizza che chiedeva un ulteriore aiuto a tenere aperto l’impianto nelle more di rimodulare il piano di rientro siglato nei mesi scorsi ed andato pressochè disatteso. Ieri mattina alle 6, i mezzi di Ecoin, Icos ed Iseda erano già davanti ai cancelli della discarica per liberarsi dei rifiuti più nauseabondi del solito, essendo stati stivati nei camion per quasi tre giorni, e poi sono ripartiti alla volta di Porto Empedocle per svuotare i cassonetti che ormai erano stracolmi. m la città resta invasa dai rifiuti.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook