NELL'AGRIGENTINO

Reti fognanti manomesse, altri 19 casi

di

AGRIGENTO. A metà marzo scorso, Dei Giardini e zone limitrofe. Accertamenti sulle immissioni irregolari di acque meteoriche nei collettori destinatil sindaco Calogero Firetto aveva disposto di provvedere alla verifica delle utenze nella zona a monte del piazzale Giglia, vialei alla acque nere che hanno ottenuto l'ennesimo riscontro: 19 i casi scoperti negli ultimi giorni e per i quali il capo dell'amministrazione di Agrigento ha già firmato altrettante ordinanze.

«Si provveda entro e non oltre 15 giorni a scollegare dal collettore delle acque nere tutte le acque provenienti - scrive il sindaco Firetto - da tetti, terrazze, spiazzali e caditoie, a salvaguardia dell'igiene e della salute pubblica». I provvedimenti hanno avuto come destinatari i proprietari di 4 abitazioni in via Fiume Simeto, di 2 residenze in via Ionio, di altrettante in viale Leonardo Sciascia, di altre due in via Pozzi, di una abitazione di via Aceri, di una di via Belice, di una in via Ariosto, un'altra di via Ligustro, un'altra, ancora, di via Fiume Freddo, una di via Rodisia, una di via Degli Aceri, una di via Fiume Salso e una di via Dei Fiumi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X