CARABINIERI

Violenza sessuale e spaccio, blitz a Sciacca: quattro ordinanze

SCIACCA. I carabinieri hanno eseguito un'ordinanza cautelare firmata dal Gip del tribunale di Sciacca a carico di 4 persone accusate, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e violenza sessuale su minore. In carcere sono finiti i saccensi Giuseppe Marciante, 38 anni, e Lino Conticello, 48 anni, ritenuti responsabili di violenza sessuale, in concorso, nei confronti di un minorenne.

Ai domiciliari è stato posto Giovanni Cocchiara, 22 anni, che assieme a Marciante, è accusato di detenzione e spaccio di hashish e marijuana. Nell'ambito dell'operazione, denominata "Pitbull", è stato sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di dimora con prescrizioni anche P. L., 20 anni, di Sciacca. Secondo le indagini dei carabinieri, Marciante e Cocchiara, quotidianamente, spacciavano anche ai minorenni nel quartiere San Michele. Marciante è accusato anche di attività di proselitismo nei confronti di molti giovani non ancora avviati al consumo di droga.

Fra i vicoli del centro storico i carabinieri hanno sequestrato 110 grammi di marijuana, nascosti da Marciante in un contatore dell'acqua. Le indagini sono state coordinate dal sostituto procuratore di Sciacca Alessandro Moffa.

I carabinieri di Sciacca indagavano sulla violenza sessuale ai danni di un diciassettenne quando, grazie alle intercettazioni, hanno scoperto anche il giro di spaccio di hashish e marijuana. Le indagini che all'alba hanno permesso di eseguire 4 ordinanze cautelari, sono durate alcuni mesi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook