ANNO GIUDIZIARIO

Agrigento, aumentati i fallimenti. Più divorzi nel Saccense

di

SCIACCA. Aumentano le procedure fallimentari e si registrano più divorzi e separazioni nel Saccense. È quanto emerge dalla Relazione sull'amministrazione della Giustizia nel 2015 del presidente della Corte d'Appello di Palermo, Gioacchino Natoli, a proposito dei giudizi in ambito civile.

Al tribunale di Agrigento la pendenza complessiva civile è rimasta sostanzialmente immutata (19.381 affari pendenti al 30 giugno 2015), mentre sono diminuiti sia gli affari iscritti (13.600 a fronte dei 16.384 del periodo precedente) sia eliminati (13.455 contro i 14.233 del periodo pregresso). La maggiore sopravvenienza, ad eccezione della materia di lavoro e previdenza, si è verificata per i procedimenti di cognizione ordinaria (1.816 nuove iscrizioni) e per le cause di famiglia (562 nuove iscrizioni). La durata media dei giudizi di cognizione ordinaria è pari a giorni 938,96 giorni, mentre per i giudizi di separazione e divorzio, rispettivamente, si rilevano giorni 341,98 e 387,88.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X