IL CASO

Torna l'acqua nell'Agrigentino, l'incubo è finito

di ,

AGRIGENTO. L’emergenza idrica è, ormai, alle spalle. Da ieri mattina è ripresa la fornitura idrica a Ravanusa e Canicattì, mentre già oggi saranno riforniti regolarmente i serbatoi di Campobello di Licata. L’erogazione, come si ricorderà, era stata sospesa mercoledì della scorsa settimana, dopo che era stato rilevato che l’acqua in ingresso ai serbatoi di Campobello di Licata (fornita da Siciliacque) presentava batteri coliformi.

Girgenti Acque aveva dunque deciso, per salvaguardare l’incolumità dei residenti, di stoppare la fornitura ad Agrigento, Canicattì, Campobello di Licata e Ravanusa. Ad Agrigento, praticamente, non ci sono stati disagi, visto che l’erogazione è ripresa subito, mentre gli altri tre Comuni sono rimasti a secco fino a ieri. Ieri mattina, invece, la distribuzione è ripresa a Ravanusa e Canicattì, mentre è prossima a Campobello di Licata.

“Confermata – scrive Girgenti Acque in un comunicato stampa diffuso ieri - la conformità dei parametri dell’acqua fornita da Siciliacque ai serbatoi di Canicattì e Ravanusa. A Campobello di Licata, Girgenti Acque Spa sta iniziando i lavori di pulizia e disinfezione della condotta e, pertanto, la distribuzione riprenderà al termine delle operazioni di pulizia”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X