SUI SOCIAL NETWORK

"Insulti razziali alla Nicolini", due denunce a Lampedusa

di
denunce, Lampedusa, Agrigento, Cronaca
Il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini

LAMPEDUSA. «Scritti diffamatori nei confronti del sindaco delle Pelagie, Giusi Nicolini, - pubblicati o condivisi sul social network di Facebook - finalizzati all’istigazione all’odio razziale». A denunciare ai carabinieri, per queste ipotesi di reato, due cittadini, è stato proprio il sindaco di Lampedusa e Linosa.

Giusi Nicolini, che, per essere da tempo in prima linea nell’accoglienza ed assistenza dei tanti migranti che giungono sulla più grande delle isole Pelagie o semplicemente in quanto sindaco di una realtà complicata, non è la prima volta che finisce con l’essere «bersaglio» di critiche e di accuse».

Questa volta però, i post che sarebbero stati pubblicati o condivisi su Facebook sarebbero andati oltre, tant’è che il capo dell’amministrazione ha deciso, e fatto, una doppia denuncia alla Procura della Repubblica di Agrigento. I carabinieri della stazione di Lampedusa, coordinati dal comando compagnia di Agrigento, hanno raccolto la doppia denuncia ed avviato - come la procedura investigativa esige - le indagini.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X