LEGA PRO

«Esseneto» stregato, l’Akragas torna sulla terra

di
Imprecisione e poche idee, i campani ne approfittano. Almiron si fa di nuovo male, Leonetti espulso. Legrottaglie: «Certe volte bisogna sapersi accontentare»

AGRIGENTO. L’Akragas torna con i piedi per terra. La formazione di Legrottaglie perde in casa con la Juve Stabia, formazione fino a ieri in crisi con appena cinque punti in sette partite. La rivelazione del campionato, invece, si ferma di nuovo allo stadio «Esseneto» (ancora un 2-0 dopo quello con l’Andria, qualcuno inizia a parlare di tabù) e lo fa al termine di una brutta prestazione.

Timida, imprecisa, non trova quasi mai il tiro in porta. La formazione campana, cinica e spietata a colpire al momento giusto, affonda grazie a una doppietta di Polak su due colpi di testa in cui la difesa dei padroni di casa è stata un po’ troppo ferma a guardare. La partita, però, non era iniziata con i migliori auspici per gli ospiti che al 7’ hanno perso Cancellotti per un grave infortunio. Il numero sette ha messo male il piede nel terreno e c’è il sospetto che possa essersi fratturato la tibia.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook