ECCELLENZA

Il Castelbuono martella ai fianchi il Raffadali

di

E' proprio vero il detto che una rondine non fa primavera. La sorprendente vittoria della domenica precedente a Favara, che ha portato i primi punti in classifica e una ventata di speranza in un ambiente mortificato da due sconfitte consecutive nelle prime due giornate della stagione, è stata vanificata dal passo falso di ieri che ha fatto allungare le ombre del dubbio sulla reale consistenza del Raffadali. Vero è che sull'1 a 0 per gli ospiti Martino si è divorato il pareggio, ma è altrettanto vero che nell'arco dei 90 minuti la squadra che ha meritato di portare a casa i tre punti è stato il Castelbuono. La formazione di Salvo Ricca, un allenatore di appena 31 anni, ha martellato sulle fasce riuscendo in difesa a chiudere tutti i varchi.

E dire che il primo tiro in porta, di una certa pericolosità, è stato dei padroni di casa, al 5', con Vitrano che, dal limite dell'area, ha mandato la palla a sfiorare l'incrocio dei pali alla sinistra del portiere Fagone. La reazione dei palermitani si è concretizzata al 16' con un traversone di Calabrese per il capitano Guastella che, ostacolato da un avversario, ha calciato alto da distanza ravvicinata. Ha chiesto il calcio d'angolo che l'arbitro non ha accordato.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook