A MADDALUSA

Valle dei Templi, ruspe al lavoro per demolire villetta abusiva

di
Sull’uscio, la ditta incaricata di eseguire l’abbattimento, troverà Giuseppe Arnone, che stavolta si pone a “difesa” di chi ha costruito in maniera abusiva

AGRIGENTO. Non sarà come le altre. Le ruspe, oggi, dovranno intervenire in contrada Maddalusa per abbattere una villetta "abusiva" dove abita la famiglia Piraneo, un nucleo familiare composto da 5 persone. E già sale la tensione. All'uscio, i carabinieri e la ditta incaricata di eseguire l'abbattimento, troveranno l'avvocato Giuseppe Arnone, lo stesso ambientalista che ha sempre combattuto l'abusivismo ma che stavolta si pone a "difesa" di chi ha costruito in maniera abusiva (secondo il responso di una sentenza divenuta definitiva).

Ma Arnone sostiene di "Aver già studiato le carte insieme alla collega Daniela Principato, e di aver inviato una nota al procuratore generale presso la Corte d'Appello, Roberto Scarpinato perché ritengo che ricorrano delle violazioni. Prima di procedere - scrive l'avvocato Arnone in una nota - gli incaricati della demolizione dovranno mostrare i provvedimenti esecutivi emessi dagli organi competenti, mediante i quali sono state prescelte le costruzioni da demolirsi.

Ho analizzato - aggiunge Arnone - gli atti relativi ad altre due demolizioni programmate per le prossime settimane, ed aver verificato la totale estraneità delle procedure adottate ai Codici di Procedura Penale e degli Enti Locali, e quindi la illegalità dei provvedimenti fin qui emessi dalla Procura di Agrigento e dal Comune, per cui ho accettato l'incarico in ordine a tali eventi, conferito dalla famiglia Piraneo".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X