SANITA'

Sciacca, al "Giovanni Paolo II" si conservano le staminali

di

SCIACCA. È arrivato il via libera dell’assessore regionale alla Sanità, Baldo Gucciardi, la “piena condivisione” del componente del governo regionale alla proposta avanzata da Daniela Virgilio, segretaria delle socialiste siciliane e responsabile sanità per la Sicilia per il PSI di collegare l'eccellenza dell’area di stoccaggio della Banca del Sangue Cordonale di Sciacca in funzione di “recovery plan”, il piano di emergenza in caso di disastri naturali, per altre strutture italiane in collaborazione con l’aeroporto di Trapani Birgi.

Parte dell’area di stoccaggio della Banca del Cordone Ombelicale del Giovanni Paolo II verrà utilizzata per la conservazione, in caso di disastri naturali, di campioni biologici di altre biobanche operanti in ambito clinico. La clinica La Maddalena di Palermo ha già attivato il servizio, individuando proprio l’area di stoccaggio della banca di Sciacca. Quando, entro alcuni mesi, con il sostegno della Regione, questo andrà a regime con l’attivazione anche da parte di altre strutture sanitarie che già condividono il progetto, Sciacca potrà, con le risorse che verrà a ricavare, coprire i circa 400 mila euro all’anno di costi della struttura guidata dall’ematologo Filippo Buscemi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X