COMUNE

Porto Empedocle, stipendi ancora in ritardo

di

PORTO EMPEDOCLE. C’è preoccupazione fra i dipendenti del Comune di Porto Empedocle che non hanno ancora ricevuto lo stipendio di luglio. Il Consiglio comunale di mercoledì sera infatti, non ha sciolto i nodi sull’argomento ma almeno i consiglieri hanno annunciato la volontà di rinunciare ai gettoni di presenza per un almeno un anno così come il presidente Luigi Troja che rinuncerà all’indennità. Il dirigente degli uffici finanziari, i revisori dei conti e i segretario generale, hanno ribadito la gravità dei problemi di liquidità di cassa dell’ente e che ciò potrebbe causare una situazione di pre-dissesto nei prossimi mesi. Lo stesso commissario regionale ha parlato di squilibrio nel bilancio e propone una sostanziale riduzione nell’orario di servizio dei contrattisti.

È stato poi evidenziato come il Comune abbia in bilancio qualcosa come 14 milioni di residui attivi, che però non si riescono a portare di fatto nelle casse del Comune perché molti cittadini non pagano le tasse. Non si riescono ad intascare inoltre affitti cospicui a carico di imprenditori locali, né oneri di urbanizzazione. I residui passivi del Comune di Porto Empedocle ammonterebbero ad oltre quattro milioni di euro e sono stati inoltre autorizzati ben sei milioni e mezzo di anticipazioni di cassa nei mesi precedenti, su cui si dovranno pagare alti interessi. Gli aiuti da parte dello Stato sono crollati e al 30 giugno ammontano ad appena 150 mila euro. E mancano anche gli stanziamenti regionali. Sulla vicenda, sono intervenuti anche i sindacati.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook