TRIBUNALE

Violenza sessuale, condanna a 4 anni e 6 mesi a Sciacca

di
I fatti sono relativi a qualche anno fa, ma la vicenda è emersa quando una zia della piccola avrebbe raccolto le sue confidenze, rivolgendosi poi a un consultorio

SCIACCA. Dal 2010 al 2012 avrebbe abusato sessualmente di una parente, una bambina di 12 anni. Dopo alcuni mesi di arresti domiciliari è arrivata la condanna a 4 anni e 6 mesi di reclusione per un quarantenne, disoccupato, di Sciacca. L'ha disposta il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Sciacca, Luisa Intini. L'imputato è stato giudicato con il rito abbreviato e dunque ha beneficiato dello sconto di un terzo della pena.

I fatti sono relativi a qualche anno fa, ma la vicenda è emersa molto tempo dopo quando una zia della piccola avrebbe raccolto le sue confidenze, rivolgendosi poi a un consultorio. E' intervenuto lo Sportello Antiviolenza della Procura della Repubblica di Sciacca ed i magistrati, con il sostegno di una psicologa, hanno sentito la piccola. Un caso di presunta pedofilia che turba il territorio e che, sulla base di quanto emerso dalle indagini, avrebbe avuto come vittima una persona che l'imputato conosceva bene. La vicenda è stata trattata con estrema prudenza da parte dell'autorità giudiziaria, a salvaguardia della piccola. I genitori della bambina si sono costituiti parte civile al processo e il giudice, Luisa Intini, ha disposto un risarcimento da stabilirsi in separato giudizio civile con una provvisionale di 2 mila euro per ognuno dei due.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X