RAVANUSA

Truffò il Comune fingendosi malato, impiegato torna libero

Il Gip del tribunale gli ha revocato l'obbligo di dimora in provincia di Agrigento con il divieto di uscire la sera e la notte

AGRIGENTO. Giuseppe Gabriele, impiegato del Comune di Ravanusa (Ag), è tornato libero. Il Gip del tribunale di Agrigento Alfonso Malato, dopo che l'ingegnere si è messo in aspettativa, gli ha revocato l'obbligo di dimora in provincia di Agrigento con il divieto di uscire la sera e la notte.

Gabriele, lo scorso 26 giugno, era stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per truffa e falso, per aver ottenuto 256 giorni di permesso retribuito in meno di un anno e mezzo per una malattia odontoiatrica ritenuta inesistente dalla Procura.

Secondo l'accusa, fra il gennaio del 2014 e lo scorso maggio, Gabriele si sarebbe recato in Romania per curare i propri interessi imprenditoriali attestando falsamente la patologia odontoiatrica.

Oltre a Gabriele, nel registro degli indagati risultano iscritti un medico, che avrebbe attestato falsamente la patologia, e sette fra dirigenti e funzionari del Comune di Ravanusa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook