LA VERTENZA

Montallegro, sette netturbini ancora senza lavoro

di

MONTALLEGRO. Ancora nessuna soluzione per i 7 operatori ecologici di Montallegro licenziati dalla ditta che fino a pochi giorni fa si occupava di raccogliere e smaltire i rifiuti e non assunti dall’impresa che è subentrata. Mercoledì mattina, appreso del fatto che la nuova impresa chiamata ad occuparsi del servizio non li avrebbe assunti, i netturbini avevano occupato simbolicamente la stanza del sindaco Pietro Baglio.

Quest’ultimo aveva scritto alla società in questione, facendo presente che la legge che disciplina la materia parla chiaro: gli operatori ecologici, una volta che un’azienda non svolge più il servizio, devono essere assunti da quella che le subentra. Il primo cittadino aveva interessato il prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, il quale aveva conferito con la ditta in questione, chiedendo una risposta definitiva entro venerdì (ieri ndr). Ieri mattina i sette operatori ecologici sono tornati ad occupare l’ufficio del sindaco. La tensione, dunque, rimane alta, ma tanto il primo cittadino di Montallegro, quanto le organizzazioni sindacali, sono fiduciosi circa la possibilità di chiudere nel migliore dei modi la questione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X