FESTIVITA'

Agrigento, il pane "sospeso" di San Calogero

di

AGRIGENTO. Agrigento come Napoli. O quasi. Perché se nel capoluogo partenopeo l'abitudine solidale del "caffè sospeso" è in declino, ad Agrigento, ieri, il rettore del santuario di San Calogero, don Angelo Chillura, ha lanciato l'idea del "pane sospeso” e ”solidale". Inizia oggi la festa liturgica dedicata al santo nero.

I devoti, durante la processione mattutina, della prima domenica di luglio, per ricordare la generosità del santo eremita, al passaggio del simulacro, lanciavano e lanciano ancora, anche se in maniera più ridimensionata rispetto al passato, i "muffuletti", ossia il pane "profumato" con semi di finocchio. Ma, adesso, è tempo di crisi. Adesso, molte famiglie non riescono più a mettere, ogni giorno, pane e pasta sul tavolo da pranzo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook