AMBIENTE

I rifiuti scaricati a Catania: aumentano i costi a Canicattì

di
Decisione valida fino al 16 giugno. Intanto avviata procedura per pagare gli stipendi ai netturbini

CANICATTI'. Si allunga il percorso giornaliero compiuto dagli autocompattatori della Sap – Iseda, utilizzati dagli operatori ecologici in servizio presso il cantiere canicattinese, che da martedì scorso non possono più conferire a Siculiana ma sono costretti a recarsi presso la discarica di Catania.

La decisione di bloccare il conferimento dei rifiuti nell’area di proprietà dei Catanzaro è stata presa dal presidente della Regione Rosario Crocetta alla luce di alcuni interventi che verranno effettuati proprio in contrada Matarana per consentire il regolare conferimento dei rifiuti provenienti da diversi comuni delle province di Palermo e Trapani. Il provvedimento, che ha interessato anche altri comuni della provincia di Agrigento, comporterà un dispendio maggiore in termini economici per il Comune sia sotto il punto di vista dei chilometri da percorrere quotidianamente sia per quanto riguarda l’utilizzazione del personale.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook