COL CELLULARE

Elezioni e controlli, fotografa la scheda: scatta la denuncia ad Agrigento

di
Il presidente si è insospettito e ha chiamato gli agenti

AGRIGENTO. Ha fotografato la preferenza appena espressa sulla sua scheda elettorale con un telefono cellulare. E' stato però scoperto e denunciato alla Procura dalla polizia di Stato.

E' accaduto ieri mattina, in uno dei seggi allestiti all'istituto comprensivo "Anna Frank", nel centro di Agrigento. L'uomo, un cinquantenne, ha, di fatto, violato le disposizioni del decreto che mira a garantire la segretezza del voto. A sentire uno strano clic, il tipico rumore che fanno i telefoni cellulari quando scattano le fotografie, è stato il presidente di seggio. Presidente che si è subito insospettito e che ha chiamato la polizia di Stato. A procedere sono stati gli agenti della Digos - coordinati dal vice questore aggiunto Patrizia Pagano - che hanno acquisito la scheda già votata, ma naturalmente annullata, e l'immagine scattata con il cellulare.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook