LA VERTENZA

Terme di Sciacca, Panepinto e Raciti: "Bisogna agire in fretta"

SCIACCA. «Il destino delle Terme di Sciacca è sospeso da troppo tempo: da mesi e mesi si gira a vuoto, solo parole, si sta portando avanti un inaccettabile scaricabarile. Adesso serve una svolta». Lo dicono Giovanni Panepinto e Fausto Raciti, rispettivamente parlamentare regionale e segretario regionale del PD.

«Oggi - proseguono - le Terme sono chiuse, la stagione è a rischio e il destino dei lavoratori è più che mai incerto: il PD è pronto a sostenere ogni iniziativa utile a garantire il presente e il futuro della struttura, ma è necessario che il presidente Crocetta intervenga in prima persona, senza perdere un minuto».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook