GIUSTIZIA

Agrigento, cresce la solidarietà per Di Natale

di
Nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci, cittadini, sindacalisti e forze politiche si sono dati appuntamento per esprimere vicinanza ai magistrati

AGRIGENTO. Si sono dati appuntamento a Porta di Ponte per esprimere solidarietà ai giudici in prima linea contro mafia e criminalità. Le recenti notizie che hanno «svelato» i piani criminali per uccidere il procuratore capo della Repubblica di Agrigento Renato Di Natale e l’nniversario della strage di Capaci dove sono morti i giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti di scorta, hanno unito molte coscienze civiche. Oltre ai messaggi di solidarietà sui social network, rappresentanti di partiti politici, forze sindacali, l’associazione Agende Rosse e cittadini comuni, si sono dati appuntamento a Porta di Ponte, nel tardo pomeriggio di sabato per esprimere solidarietà ai magistrati bersaglio delle intimidazioni e minacce della mafia fra cui Di Natale, Saguto e Di Matteo.

«Non possiamo assolutamente fare finta di niente - ha detto il segretario generale della Cgil agrigentina Massimo Raso - perchè si tratta di intimidazioni vigliacche ai danni di persone che lavorano per dare a questa terra un sussulto di dignità e farci sperare in un futuro migliore». Piena solidarietà al procuratore Renato Di Natale anche da Lillo Firetto.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X