COMUNE

Intimidazioni a Palma, il sindaco: «Lo Stato non ci lasci soli»

di
"Non ci accontentiamo, anzi chiediamo ai governi di non lasciarci soli nella lotta alla criminalità organizzata”

PALMA DI MONTECHIARO. “Nel giro di una settimana sono stati individuati gli autori dell’intimidazione al vice sindaco e delle minacce di morte al comandante della polizia municipale. In questo modo lo Stato può dire di avere il pieno controllo del territorio, ma noi non ci accontentiamo, anzi chiediamo ai governi di non lasciarci soli nella lotta alla criminalità organizzata”.

A sostenerlo è Pasquale Amato, sindaco di Palma di Montechiaro, nel corso di una conferenza stampa tenuta ieri nel suo ufficio. Con lui c’erano il vice sindaco Daniele Balistreri, i componenti la giunta e Vincenzo Pezzino, direttore del distretto sanitario di base. Dell’arresto del giovane accusato di avere minacciato di morte, lo scorso 3 aprile, Rosario Domanti, comandante della polizia municipale, si era appreso nei giorni scorsi. Non si sapeva, invece, dell’individuazione dell’autore del taglio delle gomme dell’auto del vice sindaco.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X