AGRIGENTO

Omicidio di Fontanelle, Luparello ha sparato da distanza ravvicinata

di
Per uccidere la moglie ha esploso un unico colpo di fucile «calibro 16». Ieri è stata eseguita l’ispezione cadaverica

AGRIGENTO. Ha sparato contro la moglie - Patrizia Moscato di 48 anni - un unico colpo di fucile calibro 16. La donna, colpita a distanza ravvicinata sotto l'ascella sinistra, è morta sul colpo. Contro di sé - puntandosi la stessa arma al petto - Giorgio Luparello di 57 anni ha esploso, per come era stato compreso dai carabinieri fin dai momenti successivi, un unico colpo. Ieri, alla camera mortuaria dell'ospedale "San Giovanni di Dio", sulle salme dei coniugi Luparello è stata eseguita l'ispezione cadaverica dal medico legale nominato dalla Procura di Agrigento.

Il sostituto procuratore, titolare del fascicolo di inchiesta, Brunella Sardoni, nelle prossime ore firmerà il "nulla osta" e le salme verranno restituite al dolore e alla disperazione della famiglia. Per i militari dell'Arma non c'è mai stato alcun dubbio. Quanto è avvenuto alle 22 circa di giovedì, al quarto piano della palazzina d'edilizia popolare di via Alessio Di Giovanni nel rione di Fontanelle, è stato un omicidio-suicidio. L'esame scientifico svolto nella giornata di ieri ha confermato a pieno le primissime ipotesi investigative.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook