L'INTERVENTO

Randagio a Sciacca, il Comune sceglie il fucile con anestetico per la cattura

SCIACCA. Il Comune decide di impiegare il fucile con anestetico per catturare il cane randagio che sta seminando il panico nella contrada Perriera. Ha già aggredito un ragazzo di 16 anni, Vittorio Napoli, componente della squadra di scherma del Discobolo, che si allena per la partecipazione alla Coppa Italia, in programma a Jesolo il 22 aprile prossimo. Un primo tentativo di catturare l'animale è andato a vuoto e oggi torneranno in azione gli operatori del canile Ciupei di Santa Margherita con gli addetti al servizio del Comune. Mille cani randagi nei comuni del versante occidentale della provincia. Il Comune spende circa 400 mila euro all'anno.

"Al fucile ricorriamo in occasioni estreme come questa - dice l'assessore ai Servizi a rete, Gaetano Cognata - ma è bene sottolineare che si tratta di interventi ai quali partecipano, assieme agli addetti, un veterinario che si occupa del dosaggio dell'anestetico e personale della Polizia urbana. Viene data una comunicazione anche alla Questura. Non si arriva in una zona senza un obiettivo preciso. Non possiamo consentire, però, che dopo quanto accaduto a questo ragazzo che altre persone possano trovarsi in difficoltà in particolare nella contrada Perriera, dove ci viene segnalata la maggiore concentrazione di cani randagi".

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X