NARO

"Chiedeva soldi per non fare multe": ai domiciliari un dipendente Anas

NARO. È finito agli arresti domiciliari  un dipendente dell'Anas che avrebbe chiesto somme di denaro per  «chiudere un occhio» e non elevare multe lungo la strada statale  410, nell'agrigentino. Gaetano Moncado, 63 anni, di Canicattì,  capo cantoniere sorvegliante sulla statale 410 Naro-Camastra, è  stato raggiunto da un'ordinanza emessa dal gip presso il Tribunale  di Agrigento. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri  del Nucleo operativo della Compagnia di Licata. L'uomo è ritenuto  responsabile del tentativo di reato di induzione indebita a dare o  promettere utilità. In pratica, secondo quanto accertato dagli  investigatori, abusando della sua qualità di pubblico ufficiale,  avrebbe esercitato pressioni nei confronti di alcune persone ed in  varie occasioni, affinchè i malcapitati gli corrispondessero  denaro, per evitare che applicasse sanzioni amministrative ed  altri provvedimenti del proprio ufficio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook