POLIZIA

Si toglie il velo, donna magrebina pestata a Porto Empedocle: fermato il marito

di
Secondo il racconto della vittima sarebbe stato il marito di religione musulmana a colpirla ripetutamente

PORTO EMPEDOCLE. Non vuole che la moglie esca di casa senza indossare il velo. Per questo motivo, all'ennesimo "affronto" da parte della giovane compagna di vita - di origini magrebine ma nata in Italia e pertanto dalla mentalità occidentale - è scoppiato il pandemonio. Lui, magrebino di 25 anni, l'ha picchiata. Non accetta, e a suo dire non potrà "mai farlo", che la moglie si "permetta" di varcare la porta di casa senza indossare il velo. Lei, invece, nata e cresciuta in Sicilia, pur rispettando il marito e l'usanza islamica, è dalla mentalità più aperta, tanto che in più occasioni - uscendo di casa - non lo ha indossato.

Domenica sera, all'ennesimo "affronto" da parte della donna, l'uomo è andato su tutte le furie e s'è scagliato contro la sua compagna. Un litigio violento. Probabilmente, l'ultimo di una lunga serie. A chiamare il 113 è stata la stessa vittima. I poliziotti del commissariato "Frontiera" - coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli - hanno subito raccolto l'Sos e si sono portati nell'abitazione della coppia di extracomunitari. Gli agenti hanno subito riportato la calma e poi hanno cercato di far chiarezza su cosa effettivamente avesse fatto divampare quella lite. Il magrebino venticinquenne è stato chiaro, categorico.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X