SICUREZZA

Porto Empedocle, truffe agli anziani: poliziotti sulle tracce di due donne

di
L’ultima rapina a casa di un novantenne. Aveva fatto entrare un paio di false impiegate dell’Inps

PORTO EMPEDOCLE. Truffe agli anziani anche a Porto Empedocle. La banda di delinquenti che prende di mira soprattutto persone di una certa età, che vivono per lo più soli e nei centri storici, si sono spostati dal capoluogo, dove ormai l’attenzione su questo fenomeno è più alta e l agente più informata, in altri paesi dell’hinterland.

L’ultimo colpo, in ordine di tempo, è stato messo a segno proprio a Porto Empedocle dove un paio di malviventi, fingendosi impiegate dell’Inps sono riuscite a carpire la fiducia di un pensionato entrando in casa con la scusa di sottoporto ad una visita di controllo che avrebbe permesso all’uomo di avere qualche euro in più di pensione. Il novantenne, ha raccontato agli agenti del Commissariato «Frontiera», coordinati dal vice questore Cesare Castelli, che le due delinquenti, una volta in casa di sono impossessate della chiave della cassaforte portando via il denaro all'interno, circa 30mila euro, probabilmente i risparmi di tutta una vita.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X