ALLARME INCENDI

Notte di fuoco a Licata, distrutti auto e cassoni

In via Medici le fiamme hanno «divorato» la Fiat Panda di proprietà di un operaio, in via Messina, invece, i contenitori della spazzatura

LICATA. Una notte di fuoco quella tra venerdì e sabato, con i pompieri che a lungo sono stati impegnati a spegnere i roghi che si sono sviluppati in due differenti zone della città. Le fiamme hanno distrutto l’utilitaria di un operaio incensurato ed una batteria di cassonetti dei rifiuti.
Il primo rogo è quello che si è verificato, nel cuore della notte, in via Medici, nella periferia cittadina. Qui le fiamme hanno devastato la Fiat Panda di un operaio licatese di 50 anni, privo di precedenti penali. A dare l’allarme sono stati alcuni residenti della zona, i quali si sono affacciati alle finestre delle rispettive abitazioni non appena hanno sentito un boato provenire dalla strada. È in quel momento che si sono accorti che la Fiat Panda dell’operaio era avvolta dalle fiamme. Hanno avvertito i carabinieri ed una pattuglia si è precipitata nella zona. I militari hanno avvertito i vigili del fuoco e sono stati questi ultimi a domare le fiamme. L’utilitaria era completamente avvolta dal fuoco, perciò non è stato possibile salvarla. Quanti abitano in via Medici, una volta scoperto l’accaduto, si sono precipitati in strada per spostare le auto in sosta accanto a quella avvolta dalle fiamme. In questo modo hanno evitato di subire dei danni.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X