Protezione dagli incendi, servizio in 14 Comuni
dell'Agrigentino

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Meno incendi “dolosi” con le squadre di avvistamento predisposte dal gruppo operativo della Protezione civile dell’ex Provincia, guidato da Marzio Tuttolomondo. Quest’anno, dopo lo stop imposto dalla mancanza di fondi per l’estate del 2013, l’ente ha deciso di riproporre il servizio di vigilanza antincendio lungo le strade di competenza e alcune statali limitrofe ad aree boscate, su input del dirigente del settore Ambiente, Bernardo Barone. E’ stato infatti dimostrato che in estate aumenta il rischio incendi e che negli anni in cui il servizio è stato attivato ci sono stati meno episodi incendiari. Lo scorso anno, invece, c’è stato un aumento proprio per mancanza di prevenzione. Il servizio interessa i territori di 14 Comuni, e prevede postazioni dinamiche con una squadra di due volontari per ciascun percorso. Le squadre saranno attive quotidianamente con turni di otto ore dalle 12 alle 20 sino al prossimo 31 agosto, ultimo giorno del servizio, per il quale hanno dato la disponibilità le associazioni di volontariato: Aeop di Agrigento, Grifoni di Favara, Giubbe d’Italia di Grotte, Vigili del Fuoco in Congedo di Naro, Vigili del Fuoco in Congedo di Cammarata, Giubbe Verdi “Santa Croce” di Casteltermini, Giubbe d’Italia sez. di Cattolica Eraclea, Vigili del Fuoco in Congedo di Camastra. I volontari comunicheranno tempestivamente l’esistenza di focolai o situazioni di rischio direttamente al Corpo Forestale, ai Vigili del Fuoco, ai Comuni e al personale reperibile del Libero Consorzio per prevenire o limitare i danni procurati dagli incendi. La vigilanza antincendio interesserà le seguenti strade provinciali: 24, 26 e 28 nei Comuni di Cammarata e Santo Stefano (curato dall’associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo – Delegazione di Cammarata); Tratto statale 640 Bivio Mosella – Bivio provinciale 80 – provinciale 1 nel Comune di Agrigento (Aeop di Agrigento); provinciale 14, 15 e 16 nei Comuni di Grotte e Racalmuto (Giubbe d’Italia sezione di Grotte); sulle statali 410 e 576 sulla diga di Naro e Diga Furore, nel Comune di Naro (Vigili del Fuoco in Congedo di Naro); provinciali 20, 29 e 30 nel Comune di Casteltermini (Giubbe Verdi “Santa Croce” di Casteltermini); provinciale 80, sulla strada di collegamento Mosella e miniera Lucia, nel Comune di Agrigento (Grifoni di Favara); provinciale 29, 30 e 28 nei Comuni di Cattolica Eraclea e di Montallegro (Giubbe d’Italia sezione di Cattolica Eraclea). Strade 63 A, 5 B, 67 e 68 nei Comuni Palma di Montechiaro e di Licata (Vigili del Fuoco in Congedo di Camastra). Si rinnova dunque, l’impegno del Libero Consorzio, che nonostante i tagli nei trasferimenti da parte della Regione continua ad investire risorse per la salvaguardia del territorio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X