«Troppi randagi in centro a Licata», denuncia di tanti cittadini

LICATA. Periodicamente, in città, torna a farsi grave il problema del randagismo. Nelle ultime settimane il numero dei cani randagi presenti ad ogni angolo di strada è cresciuto a dismisura. Non ci sono zone dell’abitato in cui questi animali, che a dire il vero il più delle volte sembrano tranquilli e tutt’altro che aggressivi, non si vedano in giro a branchi. E’ degli ultimi giorni, per esempio, la notizia di un branco di randagi nei pressi dell’ospedale. Ed in effetti basta farsi un giro in prossimità del San Giacomo d’Altopasso per notarli. Sono almeno una decina, perlopiù sonnecchiano, ma hanno comunque creato qualche preoccupazione, tanto che ieri un gruppo di utenti del presidio ha raggiunto il Comune ed ha chiesto “interventi urgenti per risolvere il problema”. Il guaio è che la questione è tutt’altro che facile da risolvere. La gestione del canile municipale è affidata all’associazione di volontariato “I Delfini”. I volontari si occupano della cura degli animali presenti nel canile, e svolgono anche l’attività di accalappiamento, ma considerato che la struttura è stracolma, non possono ospitare altri cani. Intervengono nel centro abitato, perciò, solo in presenza di cani pericolosi o ammalati. Gli animali vengono trasferiti nel canile, curati, sterilizzati ed ove possibile rimessi in libertà. Una soluzione, dunque, potrebbe essere costituita dall’ampliamento della struttura di contrada Pezza, in modo da aumentare il numero dei posti per i cani randagi. In alternativa sembra difficile poter affrontare il problema del randagismo. La preoccupazione della gente per i tanti cani in giro per il centro, però, rimane.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X