Agrigento, entro l'estate il recupero dei cannocchiali elettronici della Valle

AGRIGENTO. Turismo. C'è una buona notizia per i visitatori della Valle dei Templi. I cannocchiali elettronici, i "focus" capaci - puntandoli sul reperto archeologico d'interesse - di fornire, in cinque lingue diverse, nome, età, descrizione e un filmato informativo, torneranno a funzionare prima dell'estate. Ad annunciarlo è stato l'amministratore dell'azienda "Cognitiva", - la ditta che ha investito per una innovativa fruizione del patrimonio culturale - l'ingegnere Marcello Conigliaro.
«I focus verranno riparati, quelli che sarà possibile recuperare, - ha spiegato - entro l'inizio dell'estate. Già una prima volta, dopo essere stati vandalizzati, - continua Conigliaro - avevamo ripristinato i focus, ma i barbari sono tornati alla carica devastandoli con ancora più crudeltà. Ne funzionano due, forse un terzo che era sistemato nelle vicinanze di una telecamera di videosorveglianza. La ditta di Palermo - aggiunge - aveva fatto un investimento per poi ricavarne un utile nella gestione, ma così non è stato. Per l'imminente periodo estivo vogliamo ripristinare il servizio, recuperando quelli recuperabili e rimuovendo quelli divenuti ormai inutilizzabili e non più riparabili. Vogliamo anche coinvolgere un gruppo di giovani affinché possano occuparsi della gestione dei focus. Magari in questo modo non saranno più bersaglio dei raid vandalici». L'amministratore della "Cognitiva" tiene, però, a sottolineare un particolare, che non è di poco conto: «Queste apparecchiature non sostituiscono le guide, non sono in competizione con loro, ma sono piuttosto utilizzabili soltanto dai turisti che non sono in comitiva e che quindi non hanno delle visite guidate, già precedentemente concordate. Il contributo pubblico è stato la minor parte - conclude Conigliaro - . L'investimento privato è stato davvero ingente».
I dieci cannocchiali elettronici sono stati posizionati, nel parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, nel 2008. realizzati con un investimento privato, e con un contributo di 500 mila euro nell'ambito del Por 2000-2006, hanno funzionato per poco tempo. I vandali li hanno subito devastati. Recuperati e ripristinati già una prima volta, quelle "colonne" informative sono state nuovamente rese inutilizzabili da un ulteriore "attacco". Adesso, e tempo ormai, fanno bella mostra di sé - all'interno del Parco archeologico - come rottami. «Da quando mi sono insediato, quasi due anni ormai - spiega il direttore del Parco, Giuseppe Parello, - non funzionano. Anzi, ne funziona solo uno a casa Sanfilippo. E' un servizio esterno e dunque noi non possiamo far altro, cosa che abbiamo fatto più volte, che sollecitare il ripristino». E a sollecitare il ripristino, affinché non si concretizzi lo sperpero di denaro pubblico all'interno della valle dei Templi, sono anche i componenti del movimento Cinque Stelle, meetup Grilli di Agrigento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook